Tradizione - Palio delle Cente e giochi antichi, Città di Altavilla Silentina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tradizione

Palio delle Cente

Il Palio delle Cente, Città di Altavilla Silentina, nasce ispirandosi a fatti realmente accaduti a partire dalla fine del 1700 fino ad arrivare ai giorni nostri.
Correva l’anno 1799 quando il vento della rivoluzione che soffiava in tutta Europa arrivava anche ad Altavilla Silentina. Gli altavillesi furono contagiati dal fervore rivoluzionario e come segno di adesione ad esso innalzarono l’albero della libertà.
Da qui scaturì l’assedio da parte dell’esercito della Santa Fede e la strenua resistenza degli altavillesi per difendere la città, assedio che culminava con il miracolo di Sant’Antonio.
Da semplice devozione verso Sant’Antonio e a clamore di popolo, la statua del Santo viene portata in processione per tutta Altavilla entrando e benedicendo tutte le case e coloro che vi abitavano. Come segno di ringraziamento gli altavillesi eleggono Sant’Antonio quale Protettore della città.
Questo evento di grande devozione verso il  Santo taumaturgo acquista sempre maggiore vigore nel tempo, tanto che la processione e la visita della Sua statua per le vie cittadine e in tutte le case si rinnova tutti gli anni, da oltre due secoli, il 13 di giugno.
A Sant’Antonio gli altavillesi devotamente hanno sempre rivolto richieste di grazia sia personali che collettive e a lui in segno di ringraziamento e riconoscenza sono dedicate le Cente che vengono portate durante la tradizionale processione per accompagnare il Santo dei miracoli.
Da qui l’idea del Palio delle Cente, attorno al quale si riunisce l’intera popolazione altavillese per vivere un forte momento di aggregazione popolare in continuazione delle festività per il Santo protettore.
Seguendo la distribuzione geografica del territorio altavillese si sono costituite cinque Frazioni legate alle rispettive parrocchie e ogni anno si contendono il Drappo di Sant’Antonio destinato ai vincitori.
Il Palio delle Cente forte della grande partecipazione popolare  è già considerato evento cittadino.
Dal 2010, la domenica successiva al 13 di giugno che è giorno dedicato alla festa per il Santo,  si disputa il Palio delle Cente. Il 17 giugno 2012 si disputerà la terza edizione del Palio a cui sono abbinati anche dei giochi antichi che faranno  da cornice, in attesa che in serata abbia svolgimento il Palio.
Il Palio delle Cente è disputato per le vie cittadine a simboleggiare la tradizionale processione di San’Antonio. I partecipanti in formazione di quattro per ogni singola frazione a spalla portano la  Centa preparata appositamente per il Palio.  Ai primi classificati viene assegnato il Drappo di Sant’Antonio che devotamente e gelosamente custodiscono per un anno intero nella propria parrocchia.
Il Drappo di Sant’Antonio è stato realizzato dal pittore Alfonso Mangone come omaggio artistico al Santo per il Palio delle Cente.

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu