Regolamento generale - Palio delle Cente e giochi antichi, Città di Altavilla Silentina

Vai ai contenuti

Menu principale:

Regolamento generale

Documenti

DISPOSITIVO INIZIALE

         Il Comitato Organizzatore con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale della Città di Altavilla Silentina nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova al fine di creare un momento di aggregazione ludico-ricreativo-storico propone la rievocazione di antichi giochi popolari con lo scopo, di creare un’aggregazione totale coinvolgendo l’intera popolazione altavillese territorialmente divisa in diverse frazioni.
L’iniziativa denominata “ PALIO delle CENTE Città di Altavilla Silentina “ e giochi antichi,  ha ricorrenza annuale con svolgimento la domenica successiva al 13 di giugno,  nell’ambito dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova ed è stato considerato dal Consiglio Comunale di Altavilla Silentina con delibera n°17 del 08 marzo 2012 manifestazione di notevole interesse come evento cittadino.
A tale intento in ogni Frazione del paese si può costituire una squadra composta da un numero   illimitato di atleti alla quale è  assegnato un nome, un simbolo, un colore e un motto che saranno i presupposti di identificazione.
Si sono costituite per il “Palio delle Cente Città di Altavilla Silentina” e i giochi antichi  in modo autonomo, le Frazioni che ne prenderanno parte anche in considerazione della parrocchia o chiesa di appartenenza dove sarà custodito il “Drappo di Sant’Antonio” destinato ai vincitori. E’ possibile iscrivere altre frazioni attualmente non individuate facendone richiesta all’organizzazione (Comitato).  Qualora la richiedente dovesse disputare il Palio e vincerlo ma risultasse priva di chiese o cappelle dovrà decidere dove custodire il “Drappo di Sant’Antonio” destinato ai vincitori, tra parrocchia di competenza o  il convento San Francesco.
Il Drappo di Sant’Antonio è stato realizzato dal pittore Alfonso Mangone come omaggio artistico al Palio.
Le Frazioni costituite sono:
• Centro Storico (Chiesa di Sant’Antonino)
• San Martino (Chiesa di Sant’Egidio e Madonna del Carmine)
• Carillia (Chiesa di Maria S.S. ad Nives)
• Cerrelli (Chiesa di San Biagio)
• Cerrocupo (Chiesa del Cuore Immacolato di Maria)
In modo autonomo ogni Frazione dovrà scegliere un motto e dovrà comunicarlo al Comitato Organizzatore nella riunione preliminare in cui saranno consegnati il regolamento e i dispositivi dei giochi.
Inoltre ogni singola Frazione è individuata con un simbolo tra i cinque simboli più significativi legati alla figura di Sant’Antonio da Padova, che sono:
• Il saio (L’appartenenza)  
• Il giglio (La purezza)
• La fiamma (L’amore)
• Il pane (La carità)
• Il libro (La dottrina)
Il simbolo, il colore e il motto saranno i segni di riconoscimento della Frazione.
Le Frazioni sono riconoscibili nel modo seguente:
• Centro Storico      colore  Bianco      simbolo  Il Giglio
• San Martino         colore  Rosso       simbolo  La Fiamma
• Carillia                colore  Azzurro     simbolo  Il libro
• Cerrelli                colore  Nero        simbolo  Il Saio
• Cerrocupo           colore  Oro          simbolo  Il Pane
Le Frazioni sono autonome e possono essere dotate di regolamento e comitato direttivo, è a loro carico ogni responsabilità per tutti i concorrenti iscritti alla partecipazione del “Palio  delle Cente” e ai giochi antichi, esonerando l’organizzazione da ogni responsabilità per danni a persone e cose  derivante dalla partecipazione alla manifestazione.
Le singole Frazioni sono tenute a consegnare le Cente che saranno usate per il Palio al comitato organizzatore il giorno prima della disputa del Palio stesso, per effettuare tutte le procedure di verifica di ogni Centa alle prescrizioni delle dimensioni e del peso stabilito per la disputa del Palio.
La consegna è fatta presso la sede del comitato organizzatore al convento San Francesco all’orario che sarà comunicato ad ogni Frazione per tramite del suo capitano dallo stesso comitato organizzatore.
Se saranno riscontrate difformità e inesattezze nelle fattezze delle singole Cente il comitato concederà il tempo necessario per rimediare ai difetti riscontrati. Se questo non succedesse il comitato sarà costretto ad escludere la Frazione inadempiente dalla disputa del Palio.
Ad ogni Frazione il comitato organizzatore metterà a disposizione una Centa da utilizzare per la sfilata.
REGOLAMENTO GENERALE
Il Consiglio Comunale della Città di Altavilla Silentina con delibera n°17 del 08 marzo 2012 ha deliberato che la manifestazione denominata “Palio delle Cente Città di Altavilla Silentina” e giochi antichi, è considerata manifestazione di notevole interesse socio-culturale quale evento cittadino ai fini della promozione della Città di Altavilla Silentina. Concede il patrocinio e l’utilizzo dello stemma cittadino affidando al Comitato festa Sant’Antonio la organizzazione dell’intero evento.
ARTICOLO 1: - Il “Palio  delle Cente Città di Altavilla Silentina” e dei giochi antichi 2013 avranno svolgimento sabato 15 e domenica 16 giugno  in piazza Umberto I°. Il Palio si svolgerà per le vie del paese e del centro storico su percorso scelto dal Comitato Organizzatore e preventivamente comunicato ai capitani delle singole Frazioni i quali informeranno tutti i partecipanti di ogni singola squadra;
ARTICOLO 2: - La manifestazione avrà inizio con una solenne cerimonia d’apertura, con il raduno di tutte le Frazioni partecipanti presso il Convento San Francesco dove saranno accolte dal Comitato Organizzatore e sfileranno verso piazza Umberto I° dove saranno presentate. Ogni squadra dovrà presentarsi con tutti gli atleti componenti e con i relativi segni di riconoscimento;
ARTICOLO 3: - E’ fatto obbligo a tutti i partecipanti prendere parte alla cerimonia d’apertura, giuramento per i giochi, benedizione e preghiera di ringraziamento a Sant’Antonio da Padova;
ARTICOLO 4: - Ogni Frazione parteciperà al Palio e ai giochi antichi con un numero illimitato di atleti più un capitano e un vicecapitano, essi saranno gli unici responsabili e delegati per ogni singola squadra nei confronti del Comitato Organizzatore e dei giudici di gara, anche loro potranno prendere parte ai vari giochi come concorrenti.
ARTICOLO 5: - Tutti i componenti delle squadre dovranno essere residenti o nati nel Comune di Altavilla Silentina, o dovranno avere almeno un genitore o nonno nato ad Altavilla Silentina, o avere vincoli familiari (sposati) in numero illimitato e sono ammessi a partecipare anche coloro che hanno vincoli affettivi (fidanzati)con altavillesi per un massimo di 5 concorrenti per Frazione.
ARTICOLO 6: - Le frazioni sfileranno lungo Via San Francesco e via Roma per raggiungere piazza Umberto I° che sarà il campo di gara. L’ordine di composizione del corteo sarà: Gonfalone di Sant’Antonio, Bandiere delle Frazioni, Musici e intrattenimento,  Gonfalone di città e le autorità cittadine, Comitato Organizzatore, Rappresentanti dei giudici di gara, le Frazioni partecipanti con i loro stendardi e di seguito il pubblico sostenitore. L’allineamento delle Frazioni è riferito alla classifica del Palio dell’anno precedente ma in ordine inverso (la prima classificata sfilerà per ultima e così via). Alla Frazione vincitrice del palio dell’anno precedente è concesso l’onore di portare il Drappo di Sant’Antonio per tutta la sfilata. Arrivati in piazza ogni squadra dovrà occupare esclusivamente lo spazio ad essa dedicato.
ARTICOLO 7: - Il giorno precedente alla disputa del Palio e dei giochi antichi ogni capitano presenterà la lista dei concorrenti compreso le riserve ai giudici di gara e saranno ammesse sostituzioni prima di ogni singolo gioco con la riserva che è stata comunicata sulla lista dei concorrenti.
ARTICOLO 8: - Per i concorrenti l’ età minima per la partecipazione al Palio  è fissata in  anni 16 (sedici) mentre per i giochi antichi e’ fissata in anni 14 (quattordici) compiuti alla data di svolgimento del Palio e dei giochi antichi. Al momento dell’ iscrizione dovrà essere presentato l’ elenco dei partecipanti con specificati: cognome, nome, luogo, data di nascita, luogo di residenza e fotocopia del documento di riconoscimento o dichiarazione equiparata per ogni singolo partecipante. La data di presentazione dell’elenco dei partecipanti è fissata per il 13 giugno 2013. Per i concorrenti minorenni è obbligatorio la dichiarazione di partecipazione firmata da un genitore. Tutti gli atleti dovranno presentare una dichiarazione di esonero di responsabilità nei confronti del Comitato Organizzatore per eventuali danni o infortuni.
ARTICOLO 9: - Gli atleti gareggeranno sotto la responsabilità della proprio Frazione. Per quanto riguarda la residenza nel Comune di Altavilla Silentina questa dovrà risultare antecedente al 31 maggio 2013. Per ogni concorrente dovranno essere fornite 3 fototessera ed un certificato medico di idoneità generica. In alternativa dichiarazione di responsabilità personale come all’art. 8;
ARTICOLO 10: - I concorrenti che parteciperanno ai vari giochi  insieme ai capitani saranno gli unici a poter accedere al terreno di gara. Resta inteso che al termine del proprio gioco gli atleti dovranno spostarsi verso lo spazio atleti delimitato individuato precedentemente;
ARTICOLO 11: - E’ fatto obbligo a tutti i concorrenti di rispettare lo spazio a loro assegnato, nessun concorrente potrà trovarsi al di fuori dello spazio atleti pena l’ ammonizione con cartellino giallo, alla seconda ammonizione scatta l’ espulsione dai giochi. Tale regola vale anche per i concorrenti che avranno un comportamento scorretto nei confronti dei giudici o che danneggiano attrezzi ad essi in dotazione o siti all’ interno del campo di gara. I Giudici in modo assolutamente insindacabile, valuteranno atteggiamenti scorretti nei confronti di persone e/o cose prendendo i provvedimenti del caso in relazione alla gravità del fatto fino anche alla completa espulsione;
ARTICOLO 12: - I giochi antichi sono i seguenti: L’albero della Libertà, corsa nei Sacchi, la Carriola, il Ballone, tiro alla Fune, la corsa di Frate Abinante e la corsa dei Ceri ( per sole donne ). Ogni Frazione avrà a disposizione un Jolly che potrà utilizzare solo per i giochi antichi  e per un solo gioco e in qualsiasi momento ritengano più opportuno. Detto jolly raddoppierà il punteggio ottenuto nella gara in cui verrà utilizzato;
ARTICOLO 13: - Il regolare svolgimento delle gare sarà curato da un gruppo di Giudici designato dal Comitato Organizzatore. Questi potranno assegnare eventuali penalità ad insindacabile  proprio giudizio a seguito delle irregolarità causate dagli atleti in gara;
ARTICOLO 14: - Eventuali reclami contro le decisioni dei Giudici dovranno essere presentati dal  Capitano al termine di ogni gioco e la giuria è tenuta ad esaminarlo ed emettere il verdetto;
ARTICOLO  15:  - L’ esito dei reclami sarà  fatto conoscere dalla giuria prima del gioco successivo;
ARTICOLO 16: - Non sarà ripetuta alcuna gara, anche se durante lo svolgimento della stessa dovessero rompersi gli attrezzi in dotazione agli atleti;
ARTICOLO 17: - La Frazione che per qualsiasi motivo abbandoni la partecipazione alle gare, verrà automaticamente esclusa dal Palio dell’ anno successivo, fatte salve cause di forza maggiore o eventi indipendenti dalla propria volontà. Il Comitato avrà comunque potere di controllo, verifica e decisione sul comportamento della Frazione  stessa;
ARTICOLO 18: - Per i casi non previsti dal presente regolamento, sarà deciso in modo inappellabile dal Comitato Organizzatore;
ARTICOLO 19: - Il dispositivo completo per il Palio e i giochi antichi sarà emanato in modo definitivo nella riunione preliminare con tutte le frazioni. Lo stesso dispositivo sarà consegnato al capitano di ogni singola Frazione la sera stessa. Il dispositivo è parte integrante del regolamento. Gli allenamenti non potranno essere effettuati presso il campo di gara salvo diverso accordo da concordare tra il comitato organizzatore e i capitani di tutte le frazioni;
ARTICOLO 20: - Il regolamento del Palio e dei singoli giochi è insindacabile.
ARTICOLO 21: - Il trofeo “Drappo di Sant’Antonio” per il Palio  delle Cente Città di Altavilla Silentina e dei giochi antichi sarà  assegnato alla Frazione vincitrice il Palio, la quale lo terrà in consegna e custodia presso la propria parrocchia fino alla successiva edizione con l’obbligo di riconsegnarlo al Comitato Organizzatore all’inizio della tredicina  dell’ anno successivo ossia il 31 di maggio. Il Drappo resterà esposto al Convento San Francesco durante tutte le funzioni religiose e fino al giorno fissato del Palio stesso. La Frazione vincitrice avrà il diritto  di apporre sul drappo la propria targa con l’anno di svolgimento e avrà l’onore di portarlo durante la sfilata dell’anno successivo. Il trofeo sarà definitivamente assegnato a quella Frazione che avrà vinto n° 3 edizioni del Palio. In questo caso verrà realizzato un nuovo drappo;
ARTICOLO 22: - Ogni Frazione, sia esistente che nuova, dovrà fare domanda di partecipazione al Palio dell’ anno successivo entro il termine improrogabile di 90 giorni prima del 13 di giugno;
ARTICOLO 23: - Il Comitato Organizzatore congiuntamente ai giudici designati, si riservano di effettuare modifiche o aggiustamenti al presente regolamento, qualora si presentino gravi anomalie dovute ad imprevisti. Le loro decisioni sono inappellabili;
ARTICOLO 24: - CLASSIFICA FINALE E AEXEQUO: Per i giochi antichi sarà stilata una classifica finale in base al punteggio ottenuto nei singoli giochi. Risulterà vincitrice la Frazione che otterrà il punteggio più alto, nel caso in cui dovesse accadere che 2 o più Frazioni risultassero al 1° posto con uguale  punteggio, la classifica finale sarà redatta tenendo conto del piazzamento ottenuto da ogni singola Frazione alla corsa del Palio delle Cente. E’ possibile che una Frazione possa essere vincitrice sia dei giochi antichi che del Palio;
ARTICOLO 25: - I giochi antichi si disputeranno in piazza Umberto I°. Sarà proclamata  vincitrice dei giochi antichi la Frazione che risulterà prima dalla classifica finale dei giochi;
ARTICOLO 26: - La giuria sarà costituita da 3 (tre) giudici della manifestazione, da 1 (uno) membro del Comitato Organizzatore e da 1 (uno) rappresentante dell’Amministrazione Comunale;
ARTICOLO 27: - La commissione di appello per valutare eventuali ricorsi sarà costituita da 3 (tre) giudici della manifestazione, da 1 (uno) membro del Comitato Organizzatore e da 1 (uno) rappresentante dell’Amministrazione Comunale;
ARTICOLO 28: - Il Palio delle Cente 2013 si svolgerà nel modo seguente: Due manche cronometrate, nella prima le Frazioni con partenze sfalsate a distanza di un minuto e mezzo ( 90 secondi) seguiranno il seguente percorso: Partenza dal piazzale del Convento poi si percorreranno a seguire via San Francesco, via Roma e arrivo in piazza Umberto I°. La seconda manche con partenze singole di tutte le Frazioni e con il seguente percorso, Partenza da piazza Umberto I°, poi si percorreranno a seguire via Municipio, piazza Antico Sedile, via Solimene, via Castello e arrivo in piazza Umberto I°. Si aggiudicherà la vittoria del Palio delle Cente Città di Altavilla Silentina 2013 la Frazione che avrà impiegato il minor tempo nella somma delle due manche disputate. Non è consentito alcuna variazione ai percorsi stabiliti.  Il mossiere del Palio sarà designato dal comitato organizzatore.
ARTICOLO 29: - Le Frazioni possono effettuare i cambi dei portatori solo nei punti di cambio predisposti e segnalati lungo i due percorsi. I punti di cambio sono segnalati con cartelli e con due linee colorate sul terreno al una distanza l’una dall’altra di otto metri. Non sono ammessi cambi in posti diversi dai punti di cambio. A coloro che effettueranno il cambio fuori dai punti assegnati, sia prima che dopo le linee di cambio, saranno penalizzati con una sanzione per ogni infrazione di 5 secondi. Sono sanzionati tutti gli aiuti ai quattro portatori con 5 secondi di penalità. Tutti i secondi di penalità si sommeranno al tempo finale.
ARTICOLO 30: - Si raccomanda  a tutti i concorrenti la massima collaborazione, la massima lealtà  e il massimo contegno durante lo svolgimento dell’intera manifestazione.                                                                                                                         

                                                                                                                                                                                                                                  

                                                                                                             Il Comitato Organizzatore

Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu